Your session has expired, please log in again.
Si prega di scegliere una posizione
Si prega di scegliere una data di check-in
Si prega di scegliere una data di check-out
World > United-Kingdom > London
Guida delle città London
Panoramica
Informazioni generali
Londra è un''immensa città, multiculturale, cosmopolita, con una popolazione di quasi 8 milioni di abitanti. L’unità amministrativa della Grande Londra si estende per più di 960 km quadrati suddivisi in 33 distretti amministrativi. Questi vanno dalle zone più ricche come quelle di Chelsea e di South Kensington, sino alle più povere di Hackney o Lambeth. Ogni distretto è, comunque, caratterizzato da un vario miscuglio umano, da attività culturali e dai numerosi mercati che rendono Londra una città incredibilmente emozionante. A Londra, fino a dieci anni fa, molte persone non sapevano dove recarsi per consumare un pasto in quanto la capitale non era di certo rinomata come uno dei grandi poli culinari del mondo. Fortunatamente la situazione è cambiata e ci sono fantastici ristoranti per tutti i gusti e tutte le tasche. La scelta è decisamente vasta: dai ristoranti indiani con le dosa vegetariane ( focacce preparate con una miscela di farine, riso, grano, lenticchie, cotte come delle crêpe e farcite con un ripieno speziato), alle anguille in gelatina o ai famosi fish and chips. Inoltre, negli ultimi anni hanno aperto alcune nuove gallerie e cinema degni di nota, dalla Tate Modern a sud del Tamigi, al maxi schermo IMAX vicino a Waterloo Station. Ci sono eventi per tutte le età, molti dei quali prenotabili, in anticipo, via internet. Londra ha un quartiere finanziario decisamente attivo e ospita molti uffici e outlet con vendita al dettaglio. C’è sempre molto da vedere e da fare come un''escursione al Greater London Assembly o al mercatino di Camden. Potete utilizzare l''estesa rete di servizi pubblici ma informatevi in anticipo di eventuali ritardi perchè il sistema non è efficiente come quello di altre città europee. Londra non ha solamente alcuni meravigliosi teatri (con molti famosi attori statunitensi che si esibiscono dal vivo) ma anche alcuni locali strani. Tra questi emergono vecchi edifici religiosi come la Union Chapel a Islington, la Roundhouse, un ex deposito ferroviario a Camden. Non perdete i numerosi parchi e i giardini: Greenwich, Hampstead Health, ad esempio regalano magnifici panorama sulla città, di giorno come di notte.
Meteo
Le estati sono piacevoli e miti, con alcuni giorni caldi e minori precipitazioni piovose rispetto alle altre stagioni. Tuttavia il tempo può cambiare molto velocemente, quindi i visitatori devono considerare ogni possibile evenienza. Gli inverni sono solitamente umidi e freschi, nonostante la temperatura media possa essere considerata mite se rapportata a quella dell’Europa centrale. La neve è un fenomeno raro.
Valuta
La valuta britannica è la sterlina (£). Ci sono banconote da £5, £10, £20 e £50 e monete da £2, £1, 50p, 20p, 10, 2p e 1p. Gli sportelli ATM sono molto diffusi e rappresentano il modo più economico per prelevare del denaro. Quasi tutti accettano Visa, MasterCard (Cirrus eMaestro), American Express, e Diners Club. Le valute straniere possono essere cambiate presso uffici di cambio o banche, una scelta migliore, perchè offrono tassi e commissioni inferiori.
Lingua
A Londra, l’inglese non è solamente la lingua nazionale ma anche la più importante, considerando il fatto che ci sono più di 300 lingue diverse in questa città multiculturale. In molte zone della città l''inglese rappresenta solamente la seconda lingua. A dire il vero, l’inglese parlato attualmente a Londra è un miscuglio di parole straniere, caratterizzato dal tipo accento del sud est e dal dialetto cockney. Si tratta di una lingua in movimento, influenzata dai nuovi trend e da altri gruppi linguistici.
Religione
A causa delle numerose nazionalità presenti, Londra ospita varie religioni differenti. Il maggiore gruppo religioso è, tuttavia, rappresentato dai cristiani. Anche la chiesa anglicana, la chiesa ufficiale dello stato, ha molti membri sparsi per la città. Qui è concentrato circa il 56% della comunità ebraica della Gran Bretagna. Lo stesso vale per gli indù, il 52% dei quali vive a Londra. Inoltre, esiste una vasta comunità islamica composta principalmente da bengalesi e pachistani. Arabi e turchi sono in minoranza. Londra ha anche parecchi buddisti e sikhisti.
Tasse
L’IVA a Londra è del 17,5% su quasi tutti i beni e servizi, escluso il cibo, i libri e l’abbigliamento per l’infanzia. Spesso ai turisti è concesso il rimborso delle tasse versate, nel caso abbiano vissuto in Gran Bretagna meno di 365 giorni prima dell''acquisto e abbiano lasciato lo stato entro 3 mesi dall''acquisto. Sfortunatamente non tutti i negozi partecipano allo shopping Tax Free. Quasi tutti i negozi applicano un prezzo minimo pari a 75£. Su richiesta è possibile ottenere un modulo speciale (VAT 407) che deve essere presentato alle autorità competenti insieme ai beni acquistati. In seguito alla conferma da parte dell’ufficio delle imposte, il modulo deve essere rinviato al negozio dove si è effettuato l’acquisto. In quel momento si riceve il rimborso della tassa versata. L’intero procedimento dura dalle 8 alle 10 settimane. Mance È usanza lasciare una mancia al personale degli hotel come fattorini e portieri. In alcuni ristoranti le spese di servizio sono comprese e vengono chiaramente indicate sul menù. Tuttavia è prassi comune aggiungere un 15%. Per quanto riguarda i tassisti la mancia è pari a circa il 10% del costo totale.
Telefono
Il prefisso internazionale per chiamare la Gran Bretagna è +44. Ci sono due prefissi per Londra: 0207 per tutti i collegamenti con il centro e 0208 per le chiamate in periferia. Le vecchie cabine rosse sono state sostituite da altre più pratiche che possono essere utilizzate con monete, schede telefoniche o carte di credito. Le schede telefoniche possono essere acquistate nelle edicole per unità da 1£, 2£, 4£, 10£ o 2''£. L''orario più economico per effettuare una chiamata è dopo le 20.00.
Internet
A Londra andare online non rappresenta alcun problema. Se avete un portatile potete accedere facilmente ad Internet dalla stanza di un hotel o scegliere uno dei numerosi internet cafè. Per l’utilizzo di un portatile è indispensabile un adattatore per i normali collegamenti telefonici. Alcuni internet cafè: Buzz Bar, 95 Portobello Rd; Cyberg@te, 3 Leigh St; Bethereds, 39 Whitfield St, easyEverything, 9-13 Wilton Rd; Tottenham Court Road 9-16 Tottenham Court Rd; Oxford Street 358 Oxford St; ecc.
Numeri di emergenza
Polizia, ambulanza o vigili del fuoco: 999 Polizia in centro: 0171 – 2301212
Orari di apertura
Le maggiori banche sono solitamente aperte dal lunedì al venerdì e dalle 09.30 alle 16.30 e alcune il sabato sino alle 13.00. La domenica tutte le banche sono chiuse. L’ufficio postale a Trafalgar Square è aperto dal lun al ven sino alle 20.00. I negozi sono solitamente aperti tra le 09.00 e le 18.00, in alcuni casi anche più a lungo. Alcuni negozi e supermercati sono aperti anche la domenica.
Festività
Durante le festività sono chiusi quasi tutti i negozi e uffici pubblici. • 1Gennaio: Capodanno • Venerdì santo • Lunedì dell’Angelo • Primo lunedì di maggio: May Day • 25Dicembre Natale • 26 Santo Stefano
Sicurezza
Londra, come qualsiasi altra capitale dell''Europa occidentale, è un luogo sicuro. Il maggiore problema, come in qualsiasi altra grande città turistica, è la presenza di borseggiatori. È, quindi, importante, assicurarsi che i beni di valore siano opportunamente nascosti. I borseggiatori sono solitamente attivi sui trasporti pubblici, nei pressi delle località affollate, dove i turisti si distraggono facilmente, come Leicester Square e Piccadilly Circus. Se siete soli evitate di attraversare i parchi quando fa buio e scegliete di prendere un taxi invece di avventurarvi per strade prive di illuminazione. Un altro grande problema di Londra è il danno perpetuato agli automobilisti. Assicuratevi di guidare con le portiere chiuse con la sicura e di nascondere per bene gli oggetti di valore. Non lasciate nulla sul cruscotto dell''auto.
Sightseeing
Alla scoperta di Londra
Londra la metropoli in per eccellenza, città dai contrasti superlativi, degli ultimi trend e delle più antiche tradizioni! C’è più di una ragione per visitare Londra! Nessuno può resistere al fascino proveniente dalla città sul Tamigi. L''infinito numero di attrattive, monumenti e luoghi di attrattiva, che rispecchiano modernità e passato, che sanno stupire anche i turisti più esperti. La parte più interessante, dal punto di vista turistico, si trova nella riva nord del Tamigi, tra South Kensington nel ovest e il Tower Bridge ad est. Dai luoghi chiave come Buckingham Palace, ad est, attraversando il parco di St. James si raggiungono Westminster, il Parlamento, il Big Ben e l’abbazia di Westminster. Da qui solo pochi passi separano da Whitehall e Trafalgar Square. Leicester Square nella parte occidentale della città è una zona turistica molto affollata, come lo sono Piccadilly Circus e Covent Garden con le sue numerose esibizioni. Centinaia di musei e di palazzi presentano gli immensurabili tesori dell’ex impero britannico. Nella torre di Londra, splendono i gioielli della corona mentre nel cuore della frenesia della vita cittadina, ci sono i parchi reali dove trovare un po'' di pace. Sulla riva sud del Tamigi, il London Eye attira visitatori da anni. Qui si trovano inoltre il London Aquarium, il South Bank Centre, la Tate Modern e il teatro del Globe. Il ponte Lord Foster collega la galleria d’arte moderna Tate con la cattedrale di St.Paul sulla riva nord del fiume. Il "London Pass” offre un accesso gratuito per più di 50 attrattive. È possibile un’opzione che offre trasporti pubblici. È disponibile per un, due, tre o sei giorni e può essere acquistata presso tutti gli uffici turistici della città e in aeroporto. Tuttavia, dato il costo elevato, vale la pena acquistarla solo se si intende visitare parecchi musei durante il soggiorno londinese. L''ufficio turistico per eccellenza è il BLVC (Britain and London Visitor Centre) in Lower Regents Street. È aperto i lunedì dalle 09.30 sino alle 18.30 e dalle 09.00 alle 18.30 dal martedì al venerdì e dalle 10.00 alle 16.00 durante il weekend.
Piccadilly Circus
Il più famoso squarcio della comunicazione pubblicitaria, con insegne luminose, si presenta nella sua veste chiassosa e in perenne movimento. Nonostante possa apparire non proprio attraente, Piccadilly Circus richiama parecchi visitatori che non potrebbero mai lasciare Londra senza essere passati da questo luogo famoso. Grazie alla sua posizione centrale e al fatto che offre sempre qualcosa da vedere e da vivere, è diventato uno dei maggiori punti di incontro. Piccadilly Circus è stato parte del piano di ammodernamento di John Nash nel 19°secolo. Un''asse nord-sud fu progettata per collegare l’ex residenza Carlton, attraverso Piccadilly e Oxford circus, per terminare in Regent Park. La vicinanza delle due piazze e di Regent Street a Piccadilly Circus venne da meno alla costruzione di Shaftsbury Avenue. Nel 1893 il famoso pozzo con la statua di Eros, progettato da Alfred Gilbert, era aperto. Inoltre a Piccadilly Circus si trova il Teatro Criterioon e il London Pavilion.
Houses of Parliament (o palazz
Costruito in seguito alla distruzione del palazzo di Westminster dovuta ad un incendio nel 1834. L''architetto Charles Barry e l''eccentrico genio Augustus Pugin furono chiamati per costruire un nuovo edificio parlamentare in stile gotico e elisabettiano. Il palazzo, il cui rivestimento è composto da una pietra calcarea color sabbia, è caratterizzato da due torri: il Big Ben e la Victoria Tower. All''interno ci sono numerose sale magnifiche, come la Westminster Hall dove si tenevano i maggiori processi. Qui Carlo I e Guy Fawkes furono condannati a morte. La Camera dei Signori (house of lords), l’opera d’arte di Pugins, è tuttora conservata nel suo stato originale. La Lobby dei Comuni e la camera dei Comuni furono costruite più tardi attorno al 1950 perché questa parte del palazzo fu distrutta nel 1941. I dibattiti tra la camera dei signori e la camera dai comuni sono aperte ai visitatori che possono acquistare un biglietto per la “Galleria dei visitatori". Orari di apertura: Lun, mar, gio 14.30 – 22.30, mer e ven 09.30 – 14.00 Dibattiti: Lun, mar, mer dalle 14.30, gio dalle 15.00, ven dalle 11.00 Tel: Camera dei comuni +44 (0)171 2194272, Camera dei signori +44 (0)171 2193107
Downing Street No 10
…è una zona residenziale anonima dove si trova anche l''ufficio del premier inglese. Nel 1735, Robert Walpole, il primo premier britannico, fu anche il primo a trasferirsi in questo palazzo. Da allora tutti i premier si sono susseguiti al numero 10 di questa viuzza tra Whitehall e il parco di St. James. Il nome deriva da quello di sir George Downing, un diplomatico e speculatore edilizio, che acquistò dei terreni a Whitehall, dove costruì alcune abitazioni, che in seguito vendette al re. Ma la prima impressione sembra ingannare perchè il palazzo ha più di centro stanze, tra cui una sala riunioni per il gabinetto al piano terra e numerose sale protette. Le abitazioni si trovano al secondo e al terzo piano. Al n. 11 abita il Cancelliere dello Scacchiere. I palazzi sono collegati tra di loro. Il n. 12 appartiene al governo. Vi si trova l’ufficio del Legislatore.
Trafalgar Square
Il famoso palazzo con la colonna di Nelson, dedicata al più grande eroe navale di tutti i tempi: l''ammiraglio Horatio Nelson Primo visconte (1759 – 1805) ucciso nella battaglia di Trafalgar. La piazza fu progettata da John Nash e costruita da Charles Barry, il costruttore del Palazzo del Parlamento. Le due superfici furono ricreate nel 1939 da sir Edwing Lutytens e decorate con tritoni dopo la guerra. La piazza, in particolare a Capodanno, è colma di gente intenta a festeggiare l''arrivo del nuovo anno.
Covent Garden
I Covent Garden si trovano tra Shaftsbury, Charing Cross e Kingsway. In passato era un monastero di Benedettini finito, in seguito alla secolarizzazione, in possesso della famiglia Russell per oltre 400 anni. Nel 1630 il terzo duca di Bedford assegnò il rifacimento della zona all’architetto Inigo Jones, che creò edifici spaziosi caratterizzati da archi, una piazza e una chiesa, tutto in stile classico italiano. Tutti gli edifici erano abitati da nobili o intellettuali. Nel 1670 un mercato fu costruito nella piazza che fu rinnovata nel 1828 e si presenta ad oggi come una costruzione aperta vittoriana composta da ferro, vetro e pietra. Gli archi all’interno ospitano parecchi negozi piccoli, gallerie, musei e bar. Di fronte alla cattedrale di St. Paul ci sono parecchi attori che si esibiscono regalando l''atmosfera di un quartiere dell''Europa meridionale.
Leicester Square
Il nome di questa piazza è uno dei più conosciuti dell’intera città e risale a Robert Sidney, il secondo duca di Leicester, che possedeva alcuni dei palazzi più costosi del periodo degli Stuart, costruiti proprio qui. Amava le feste in ottima compagnia e per questo decise di costruire velocemente un palazzo. A metà del 19°secolo nacquero quattro grandi teatri Vittoriani, che contribuirono a fare di Leicester Square il centro del divertimento del West End. Oggi quasi tutti i teatri ospitano il magnifico mondo dei cinema. Qui si trova "The half Price Ticket Booth" dove è possibile acquistare biglietti economici per musical e spettacoli teatrali nella stessa serata.
Regent Street
Regent Street è una vetrina a cielo aperto che passa accanto a Carlton House Terrace, al Regent’s Park, attraversa Piccadilly Circus, Oxford Circus, Langham Place e Portland Place. Questa strada nasce dal leggendario John Nash che la costruì come una specie di via del trionfo in onore di Giorgio IV. Regent Street è una delle strade più belle di Londra, caratterizzata da un design elegante e da negozi famosi come il Liberty.
Oxford Street
Oxford street deve il suo nome ad Edward Harley, il secondo duca di Oxford che comprò, nel 1713, la via e l''intera area settentrionale. Destinata ad uso residenziale, fu presto riempita di teatri e altri locali di intrattenimento. Al finire del 19°secolo fu trasformata in un quartiere per lo shopping e gli uffici, circondata da St. Giles Circus nella parte orientale e da Marble Arch in quella occidentale. Quasi ogni giorno la strada è affollata di gente, colma di autobus e taxi. Marks & Spencers, Debenham’s e Selfridges, giusto per fare alcuni nomi, si trovano qui.
Big Ben
Big Ben è senza dubbio il maggiore segno distintivo di Londra che sta a simboleggiare, per molta gente, il battito della città, o persino il simbolo della democrazia britannica. Il nome non è dato alla torre ma alle16 pesanti campane che la compongono. Oltre al Big Ben, la torre ha altre quattro campane. La loro famosa melodia appartiene all’aria I know that my Redeemer liveth del Messia di Haendsel.
Palazzo di St. James
Il palazzo di St. James, costruito in onore di Erico VIII, come residenza di caccia, vicino al palazzo di Whitehall. Più di 100 ettari di terreno furono annessi al palazzo: quelli che oggi sono il parco di St. James. La progettazione della costruzione era nelle mani di Hans Holbein d.J. che creò un edificio di mattoni in stile Tudor, costruito nel 1532. Oggi solo la parte con le sue torri ottagonali è intatta. Nel 1698, in seguito alla distruzione del palazzo di Whitehall, dovuta ad un incendio, l’intera corte si trasferì al palazzo di St. James. Per quasi 300 anni il palazzo fu il fulcro della vita di corte, fino a quando la regina Vittoria, si trasferì a Buckingham Palace. Oggi St. James è abitato da membri della famiglia reale, e alcuni parenti delle guardie reali.
Memoriale della regina Vittori
Il memoriale è un tributo alla straordinaria regina Vittoria e alle influenze che riuscì a trasmettere nell''epoca in cui visse. Ideato da Sir Aston Webb si presenta al termine di un viale lussuoso e pomposo. Il suo soprannome “la torta di matrimonio” deriva dalla sua forma, cesellata da un gigantesco blocco di marmo, su cui trionfa una regina Vittoria di 4 m 30. Dietro alla regina si trova Buckingham Palace, il memoriale è di fronte ai giardini del Memoriale (memorial Gardens) e The Mall che è circondato da figure allegoriche che simboleggiano i valori vittoriani come il coraggio, la forza, la fedeltà, la giustizia e la compassione. Sono completati da statue in bronzo che simboleggiano la pace e il progresso, l''arte e la scienza, l''agricoltura e l''industria, la marina e l''esercito.
Buckingham Palace
La regina Vittoria fu la prima regina di Inghilterra a trasferirsi a Buckingham Palace, nel 1837. Da allora il palazzo è la residenza cittadina della monarchia la cui presenza è mostrata dalla bandiera reale. James I, aveva un giardino per l’estrazione della seta. Il progetto si rivelò fallimentare e John Sheffield, duca di Buckingham, possedeva un semplice edificio di mattoni acquistato da Giorgio II, per sua moglie Carlotta. La casa divenne un palazzo la cui costruzione richiese vaste somme di denaro. Il palazzo è composto da 600 sale, di cui l''attuale regina e il marito ne occupano solo 12, nell’ala settentrionale affacciata sul Green Park. I reali utilizzano un ingresso speciale per accedere all''edificio. Da aprile a giugno si vede il cambio della guardia, alle 11.30. Da agosto ad aprile questa cerimonia si tiene solo ogni due giorni. La galleria della regina, nell’ala meridionale del palazzo è aperta per il pubblico per l’intero anno. Qui è possibile osservare oggetti della ricca collezione privata della regina.
Tower Bridge
Un ponte vittoriano sul Tamigi, con una vista mozzafiato sulla città e le docklands. Costruito tra il 1186 il 1894 sui disegni di sir Horace Jones. Anche questo è uno dei punti distintivi di Londra. Il ponte di ferro è coperto di pietra per diventare un’unità unica insime alla vicina Torre di Londra. Il ponte è un''opera d’arte tecnica, un enorme ponte composto da due parti che possono essere aperte in 90 secondi per permettere il passaggio alle imbarcazioni più grandi. Questo spettacolo è attualmente davvero raro. Nella torre settentrionale si trova l''ingresso alla "Tower Bridge Experience" che mostra la storia del ponte. Orari di apertura “Tower Bridge Experience”: Apr – Ott: 10.00 -18. 30 Nov – Mar: 9.30 – 17.15
Il Monumento
La grande colonna in pietra rimanda all''incendio di Londra del 1666. Quattro quinti della città andarono distrutti completamente dal fuoco che iniziò il 2 settembre 1666 e durò per 4 giorni e 4 notti. Furono bruciate più di 13.000 case. L’idea della colonna bianca è nata da Sir Christopher Wren, il capo mastro costruttore reale. L’altezza di 61, 5 m corrisponde esattamente all’inizio dell’incendio. Su di una scala è possibile raggiungere un balcone dove ammirare una magnifica vista sulla città. La fine della colonna è caratterizzata da un''urna alta 14 m, da cui si arrampica una palla dorata di fiamme.
Marble Arch
Questo arco trionfale nella parte nord orientale di Hyde Park fu costruita su di uno schizzo di John Nash e dove assomigliare all’arco di Costantino di Roma. Inizialmente si pensava di utilizzarlo come ingresso a Buckingham Palace. Ma, al termine dei lavori, si notò che il passaggio era troppo piccolo per i mezzi reali. Per questo motivo il Marble Arch, fu spostato nel 1851, andando ad occupare la sua posizione attuale, che prima ospitava il patibolo.
Palazzo di Kensington
L’edificio in mattoni in stile giacobino non appare molto pomposo o elegante. Sino alla morte di Giorgio II, il palazzo era utilizzato come residenza cittadina reale. La regina Anna aveva una serra e Caroline von Ansbach, la moglie di Giorgio II, si occupava della cura dei giardini. Solo gli appartamenti di Stato, nell’ala orientale del palazzo sono aperti al pubblico. Inoltre è possibile visitare le ex stanze private delle regine Anna, Maria e Vittoria. Sono tutte ricche di parecchi oggi personali di chi vi ha soggiornato. Orari di apertura: Mer – dom 10:00– 15. 00
Abbazia di Westminster
Questa chiesta, il cui nome completo è "collegiate church of St. Peter at Westminster”, è È dedicata a San Pietro e uno dei 12 enclavi reali non direttamente gestiti da un vescovo ma dalla dinastia reale. Nell’undicesimo secolo Edoardo il Confessore ordinò la costruzione di un nuovo monastero. Guglielmo il Conquistatore fu incoronato nel 1066, come tutti i monarchi britannici che arrivarono in seguito. Inoltre, nell''abbazia di Westminster si tengono matrimoni reali, e funerali. Orari di apertura: Navata principale e chiostro Lun – sab 08:00 – 18:00 Cappella del Re: Lun – ven 09.00—16.00, sab 09.00 – 14.00 e 13.45 -17. 00 Sala capitolare, Cappella dell’ostia e museo dell’abbazia: tutti i giorni, dalle 10.30 alle 16.00
Cattedrale di St. Paul
Questo capolavoro, che era centro del Miglio quadrato (così chiamato perchè la zona misurava esattamente un miglio) è oggi circondato da edifici che ospitano uffici. Come molte chiese, la cattedrale è dedicata a San Paolo ed è l''unica chiesa inglese ad avere una cupola che la rende veramente caratteristica. La cattedrale appartiene al Vescovato di Londra, responsabile per l''intero Commonwealth. L’attrattiva principale è rappresentata dalle gallerie (Whispering Gallery, Stone Gallery e Golden Gallery) e la cupola. Orari di apertura: Lun – sab 20.30 – 16.00 Gallerie e cripta: Lun – sab 10:00 – 16:00
Cattedrale di Southwark
Questo edificio è la più imponente e interessante costruzione sacra dopo l''abbazia di Westminster. La chiesa fu costruita nel 1212 dopo che un incendio distrusse la chiesa normanna in pietra di Santa Maria Overie. Tra il 1890 e il 1896 la chiesa fu restaurata e ricostruita da sir Arthur Bloomfield. Nel 1905 fu trasformata in cattedrale e da allora porta il nome ufficiale di “ Cattedrale di St. Saviour & St. Mary Overie Southwark.” Dal 1988 la cattedrale ha una moderna sala capitolare costruita nella stessa posizione dell’abbazia medievale e oggi possiede un ristorante pubblico.
St. Martin-in-the-Fields
Questa chiesa caratteristica di Trafalgar Square fu costruita tra il 1722 e il 1726. La chiesa precedente, risalente al 1222, era infatti "in the fields" (nei campi). Fu trasformata da Enrico VIII e ora combina elementi classici ad elementi barocchi. Con la costruzione di Trafalgar Square la chiesa precedente che limitava la libertà di movimento, ricevette maggiori attenzioni grazie allo spazio aperto. Da non perdere sono gli emblemi della famiglia reale all’ingresso, gli stucchi italiani al soffitto e le vetrate in stile veneziano. All’interno ci sono parecchie tombe di personaggi importanti.
Chiesa di St. Margaret
St. Margaret è una chiesa parrocchiale dei membri della Casa dei Comuni, situata vicino all''Abbazia di Westminster. La chiesa del 16°secolo fu costruita e restaurata un paio di volte nel corso dei secoli. Quando, nel 1614, il capo della casa dei comuni preferì i servizi di St. Margaret rispetto a quelli dell''Abbazia di Westminster, in seguito alla crescita del Puritanesimo tra gli uomini dell’assemblea, molti dei comuni lo seguirono. Da allora St. Margaret divenne la chiese dalla Casa dei Comuni dove le prime panchine sono riservate per l''oratore. Un''attrattiva particolare della chiesa è la vetrata orientale con pitture fiamminghe, un regale della coppia reale spagnola Isabella e Ferdinando.
Hyde Park
Il polmone verde di Londra! Grazie al piacere per la caccia di Enrico VIII. Londra possiede questo magnifico parto che forma il più grande spazio verde della città assieme ai giardini di Kensington. Nel 1635 il parco fu aperto a pubblico sotto il regno di Carlo I e divenne da subito uno dei punti più popolari per le passeggiare della domenica e le gite in famiglia. Oggi è possibile nuotare al Lido, una delle poche piscine all''aperto di Londra o noleggiare una barca a remi. Nella parte sud orientale del parco si trova l’arco di Wellington, tutto in solitaria. Poco distante si trova la statua di Achille. Entrambi dedicati all’eroe di guerra Wellington.
Giardini di Kensington
I giardini di Kensington appartengono ai numerosi giardini reali di Londra. Si trovano vicino all''Hyde Park e spesso vengono confusi con lo stesso. La via West Carriage Drive divide i due parchi. Il ponte sul lago artificiale “The Serpentine” è parte del confine divisorio. La parte più estesa si trova a Westminster mentre quella più ridotta nella parte orientale appartiene a Kensington e Chelsea. Dal 1934 un padiglione ospita la galleria “Serpentine” che è specializzata in arte moderna. Un’altra attrattiva è la statua di Peter Pan.
Regent’s Park
Nel 1812 John Nash iniziò a trasformare la vecchia area destinata alla caccia reale in un giardino originale con ville suntuose e terrazze eleganti. I suoi piani non furono completamente attuati ma tuttavia il suo tentativo diede vita ad uno dei parchi di Londra più belli e mai costruiti. Ha uno spazio interno ed uno esterno. L’ultimo è circondato da numerose terrazze di vari edifici come la York, la Chester e la Chumberland. Il parco ha anche un lago dove è possibile noleggiare una barca a remi, giocare a tennis o a cricket, o utilizzare alcune sdraio per rilassarsi. La maggiore attrattiva del parco è, senza dubbio, lo Zoo di Londra, che può essere raggiunto navigando su un canale.
Parco di St. James
Il parco di St. James è uno dei più vecchi parchi reali di Londra. Carlo I decise di aprirlo al pubblico. Nel 1660 ampliò lo spazio e fece costruire un canale affascinante. Il bel mondo di Londra riempì il parco che, sfortunatamente, vide il suo declino agli inizi del 18°secolo. La tarda ricostruzione sotto il regno di Giorgio IV, fu supervisionata dal leggendario John Nash. Il vecchio parco, in stile rigido francese ha un aspetto nuovo e più informale: viali intricati, cespugli selvatici e le curvature della riva del canale. Nacque così il prototipo del parco pubblico vittoriano. Più che mai, il parco di St James è un’oasi di silenzio, nel cuore della frenesia della città.
Green Park
Attraversando il Mall, a nord ovest del parco di St. James ci si trova nel Green Park. Questo angolo verde prosegue sino a Piccadilly ed è circondato da Hyda park. Un tempo era un territorio completamente verde dove crescevano, di anno in anno, narcisi gialli. Enrico VIII, delimitò il territorio e Carlo II, creò un suntuoso parco reale.
Richmond Park
Con i suoi 10 km² , Richmond Park è uno di più estesi parchi reali di Londra. Si trova a Richmond sul Tamigi, e Kingston. Inizialmente, il parco era utilizzato come territorio di caccia da Edoardo I. Le maggiori attrattive sono le renne, le piantagioni di Isabella dove trovare parecchie piante rare. Nella parte nord orientale del parco della collina di Enrico VIII si trova Moud. Da qui si gode di una magnifica vista sulla cattedrale di St. Paul. Il Richmond Park è un luogo di grande interesse per le scienze naturali, una riserva naturale e un rifugio per i cervi. Ci sono alcune strade che attraversano il parco ma la guida è consentita solamente durante il giorno e rispettando un limite di velocità di 32 km/h. L’intero parco è circondato ma mura e cancelli.
Parco di Greenwich
Il parco di Greenwich si trova nelle vicinanze di Greenwich, nella zona sud orientale di Londra. A nord si trova il museo marittimo nazionale la Queen’s House, un ex palazzo reale. Nel centro parco si trova l’osservatorio regale di Greenwich. Il parco offre vari luoghi di intrattenimento come un parco giochi per bambini, una laghetto, un giardino botanico e floreale, con un laghetto per le anatre, alcuni campi da tennis e da cricket, un padiglione per la musica e un piccolo parco per gli animali.
Torre di Londra
La torre di Londra è una delle attrattive più visitate e uno dei siti storici più importanti di Londra. Per secoli questo edificio imponente non era solo utilizzato come palazzo e fortezza ma anche come prigione e luogo per le esecuzioni. La torre risale a Guglielmo il Conquistatore che costruì una fortezza in legno non solo per ragioni di sicurezza ma anche per dimostrare il proprio potere. 11 anni più tardi il legno fu sostituito dalla pietra. I visitatori accedono dall''angolo sud ovest della zona. L’anello esterno è figlio di una vecchia quercia e segue due congiunzioni murarie con le sue torri. Visitando la torre non si possono di certo perdere i gioielli della corona conservati in una caserma chiamata Waterloo Barracks. Il tesoro brillante e lampeggiante ha un valore enorme e incommensurabile. Ad essere mostrati ci sono ad esempio la corona di San Edoardo, realizzata per Carlo II, o la corona imperiale, ricca di gioielli, indossata dalla regina Vittoria il giorno della sua incoronazione. Non ci sono vere e proprie antichità perchè Oliver Cromwell le confiscò e le sciolse. Orari di apertura: Mar – Ott: Lun – sab 09.00 – 18.00, dom 10.00 – 18.00 Nov – Feb: Mar - sab 09.00 – 17.00, dom – lun 10.00 – 17.00 Tariffe d’ingresso: Adulti 11,30 £, Concessione 8, 50 £, bambini 5 - 15anni, 7,50 £, famiglie (2 adulti e 3 bambini) 34,00 £.
Millennium Bridge
Il modo migliore per raggiungerlo: Dalla gloriosa cattedrale di St. Paul di Christopher Wren, all''imponente Tate Modern. Ora il ponte “deboluccio" è stato rafforzato, vale la pena attraversare il Tamigi per ammirare le rive del fiume. Attraversare il ponte è gratuito.
The London Eye
Poco adatto alle persone deboli di cuore o a chi soffre di vertigini, questa ruota tecnologica offre le migliori viste su Londra. Costruita in concomitanza con i festeggiamenti del nuovo millennio, apparentemente poco amata dal governo, perchè permette di osservare l''interno degli uffici del potere, risalenti al 19°secolo. Se desiderate vedere i parlamentari britannici dall''alto, potete salire e contemplare per almeno trenta minuti sui tetti della città. Una corsa mozzafiato in un baccello di vetro sopra il centro di Londra. Orari di apertura: Ott – dice 09.30 – 20.00, tranne merc mattina quando è chiuso sino alle 11.00 Tariffe d’ingresso: Le tariffe variano dalle 5 £ per i bambini sino alle 10,50 £ per gli adulti. Ai visitatori portatori di handicap è concesso essere accompagnati da una persona gratuitamente, pagando 8,50 £. Tel: +44 (0)870 5000 600 per prenotazioni in anticipo